Chiara Francini, “Forte e Chiara”

Forte e Chiara è un memoir, un racconto umano vivo e rivoluzionario. Un one-woman-show in cui Chiara Francini ripercorre la sua vita, unica, eppure così simile a quella di tanti altri. Scritto dalla stessa Chiara Francini, unica protagonista in scena, lo spettacolo, al Teatro Manzoni dal 1° al 4 febbraio, è diretto da Alessandro Federico, con le musiche eseguite dal vivo da Francesco Leineri.

Intervista a Chiara Francini

E’ uno spettacolo autobiografico?

Sì, lo è. Ma tratta solo la parte umana della mia vita. Non quella professionale. Tocca la carne.

Dicono che questo sia un racconto rivoluzionario. In che cosa lo è?

Perché dico la verità. Può sembrare un concetto banale ma la verità è come la libertà. E “ la libertà è come l’aria: ci si accorge di quanto vale quando comincia a mancare…” come dice Calamandrei nel suo celeberrimo discorso ai giovani del 26 gennaio 1955.

Lo spettacolo è tratto da un libro che lei ha scritto. Cosa c’è di diverso rispetto al testo originale?

Il libro è uno scritto, lo spettacolo è una canzone.

Perché qui non si fanno sconti a nessuno?

Perché tanto, alla fine, il conto si presenta a tutti.

  • Intervista di Andrea Simone
  • Si ringraziano Rita Nobile e Manola Sansalone
  • Clicca QUI per iscriverti al canale YouTube di Teatro.Online e vedere le nostre interviste video