Gianluca Guidi e Giampiero Ingrassia, “La strana coppia”

Un appartamento pieno di fumo, sporco e disordinato a New York; il suo proprietario Oscar Madison, che lo ha completamente trascurato dopo il divorzio, e un invito: quello che Oscar fa a Felix, il suo migliore amico, reduce a sua volta da una rottura con la moglie che lo ha appena buttato fuori di casa. Riuscirà a sopravvivere un’amicizia di lunga data, nonostante una convivenza improbabile, paradossale ed esilarante?

Forte di un successo sui palcoscenici di tutto il mondo che dura dal 1965 quando ci fu la prima rappresentazione a Broadway con l’allestimento di Mike Nichols e collaudato da ben 966 repliche, La strana coppia di Neil Simon è in scena al Teatro Manzoni di Milano dal 21 novembre al 3 dicembre, con Giampiero Ingrassia e Gianluca Guidi.

La traduzione, l’adattamento e la regia sono dello stesso Gianluca Guidi. Nel cast anche Giuseppe Cantore, Riccardo Graziosi, Rosario Petix, Simone Repetto, Claudia Tosoni e Federica De Benedittis.

La parola ai due protagonisti

La diversità totale dei caratteri dei due protagonisti è il loro punto di forza?

Gianluca Guidi: Credo che sia la vita vissuta di tutti i giorni a fare la differenza.

In quale modo?

Giampiero Ingrassia: E’ soggettivo.

Gianluca Guidi: E’ navigare a vista. In quello che accade nella vita di ognuno di noi non c’è un modo. O meglio c’è ma noi non lo conosciamo. E’ scritto, è qualcosa che va da sé.

Giampiero Ingrassia: Tra l’altro, i due personaggi, siccome vengono entrambi dal fallimento di un matrimonio, reagiscono in maniera differente.

Gianluca Guidi: Completamente diversa.

Giampiero Ingrassia: Entrambi subiscono però il dolore della sconfitta.

Gianluca Guidi: E’ come se fosse un piccolo quadro di momenti e sentimenti divertenti, ma che hanno anche una vita di tristezza come le vite di tutti quanti.

La sua è una scelta coraggiosa perché – a detta di molti – Neil Simon è un attore troppo datato. Invece ha qualcosa di molto attuale da insegnare.

Gianluca Guidi: Dichiarare Neil Simon datato è una sorta di ignoranza teatrale totale.

Giampiero Ingrassia: E’ come dire che lo è Shakespeare.

Gianluca Guidi: Sulla locandina c’è scritto Revival e l’ho fatto apposta, perché gli anglosassoni e gli americani hanno delle sezioni premiate ai Tony Awards di New York e agli Olivier Awards di Londra: i Revival. Altrimenti noi dovremmo cancellare dalla faccia della terra tutto un repertorio che invece va recitato.

Questo spettacolo ha rafforzato ancora di più il vostro affiatamento professionale?

Giampiero Ingrassia: Anche umano, certo!

Gianluca Guidi: Ci conosciamo da tantissimo tempo, da 35 anni.

Giampiero Ingrassia: E’ bello ritrovarsi in scena!

Ci sono altri autori o un altro testo di Neil Simon che vi piacerebbe portare sul palco?

Gianluca Guidi: Noi abbiamo già fatto Neil Simon.

Giampiero Ingrassia: Stanno suonando la nostra canzone con Simona Samarelli.

Gianluca Guidi: Io ho fatto la regia. Poi si cambia. Erano parecchi anni che non lo portavo in scena!

  • Intervista di Andrea Simone
  • Si ringrazia Manola Sansalone
  • Clicca QUI per iscriverti al canale YouTube di Teatro.Online e vedere tutte le interviste